Disordini temporo-mandibolari

I disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare – ATM

 

I disordini cranio mandibolari sono disfunzioni che interessano le giunzioni tra le ossa temporali del cranio e la mandibola, la muscolatura mandibolare e le strutture collegate ad esse.

 

I sintomi più frequenti con cui si manifestano sono:

  • il dolore mandibolare 

  • mal di testa

  • dolore cervicale 

  • dolore all’orecchio 

  • acufeni 

  • vertigini 

  • disordini posturali

 

Cranio, mandibola, dentizione, lingua, colonna cervicale e cingolo scapolare formano in realtà un’unità funzionale inscindibile e come tale indissolubilmente legata all’intera postura.

Negli ultimi anni il rapporto tra sistema stomatognatico e regolazione posturale ha assunto un rilievo crescente nell’ambito delle problematiche odontostomatologiche.

 

È stata dimostrata l’inscindibilità anatomo-funzionale tra posizione della testa e disordini dell’occlusione e ripercussioni sull’apparato dei muscoli masticatori e dell’articolazione temporo-mandibolare (ATM), e la conseguente correlazione tra occlusione dentale e atteggiamento posturale dell’individuo. 

 

Errori posturali, anche modesti, col passar del tempo sono in grado di causare prima disagi e poi patologie: sovraccarichi con conseguente degenerazione articolare (artrosi, meniscopatie ecc.), irrigidimenti e degenerazione dei tessuti elastici (tendinopatie, miopatie ecc.), intrappolamento dei nervi, blocchi respiratori, disturbi digestivi, cattiva circolazione, problemi di equilibrio, disagi psichici ecc. 

 

La soluzione ai disordini cranio mandibolari è oggi di competenza multidisciplinare, ogni studio odontoiatrico saprà individuare la correzione ottimale della patologia che affligge l’ATM e consigliare il terapista manuale di fiducia per completare il lavoro in termini di normalizzazione dei tessuti dell’ATM e della postura.

Prenota la tua consulenza gratuita.

Luca Pedetta Terapia Manuale